Perché il Centre for Child Protection?

Qui al Centre for Child Protection siamo profondamente consapevoli del dolore che è stato inflitto alle persone più vulnerabili – bambini, adolescenti e adulti – attraverso l’abuso sessuale e altre forme di violenza. Vittime e sopravvissuti ci hanno insegnato molto sulla sofferenza, la fatica umana e spirituale, la resilienza e la speranza. ll loro percorso verso la giustizia, la guarigione e la riconciliazione ha formato e ispirato la nostra consapevolezza e la nostra fede.

Il team del Centro e coloro che lavorano per la sicurezza dei minori sono impegnati a promuovere la consapevolezza e la prevenzione, nonché a fornire formazione necessaria a tal fine (attraverso corsi in presenza o on line). Per poter far tutto questo nel migliore dei modi, siamo in contatto con vittime e sopravvissuti in tutto il mondo e conserviamo e teniamo ben presenti le loro storie personali. In tutto il nostro lavoro e impegno, ci battiamo perché le vittime e i sopravvissuti siano posti al centro. Questo approccio comprende:

Sensibilizzare la Chiesa e la società in generale, 

Favorire un dialogo libero a proposito dei rischi dell’abuso, 

Promuovere competenze nella cura terapeutica e pastorale, 

L’empowerment spirituale e psicologico di coloro a cui è stato fatto o potrebbe esser fatto del male,

La creazione di una rete globale per la condivisione di conoscenze e buone pratiche nella tutela dei minori.

CCP-umbrella-colorized

La nostra Mission

Tutelare  i bambini e le persone vulnerabili promuovendo misure contro l’abuso sessuale e altre forme di abuso e accrescere la conoscenza e la consapevolezza dell’importanza di tali sforzi per creare un ambiente sano. 

 

La nostra Vision

Un mondo in cui i minori e le persone vulnerabili  siano più sicure  – sia nella Chiesa Cattolica che nella società in generale. 

 

 

Conosciamo Marie Collins, una donna irlandese, sopravvissuta ad abusi sessuali da parte di un sacerdote. Le siamo grati di aver voluto condividere la sua storia.